Telefono: +02 02 2952 6307  |  Email: info@orientalmilano.com

Ispirazione

Nostalgia canaglia…

Nostalgia canaglia…

Non vi siete ancora ripresi dal rientro, le ferie sono diventate un lontano ricordo, i benefici sono svaniti come il segno del costume sulla pelle, tutto è ormai è alle porte, ma per alcuni tutto ancora deve iniziare. Chi ha deciso di posticipare le vacanze infatti si ritrova a cercare una soluzione last second per godersi finalmente un po’ di meritato riposo. Per tutti gli altri invece non resta che fare il conto alla rovescia per le prossime vacanze e prendere qualche spunto.

Ecco una piccola guida su i tre luoghi più belli dell’Asia che almeno una volta nella vita vanno visitati.

Se cercate il mare, la pace e la tranquillità questo è quello che fa per voi.

Tailandia

Una delle mete più gettonate, perché regala ai suoi visitatori cultura, relax e paesaggi mozzafiato a prezzi contenuti. Il giro quello classico non può prescindere da una visita nella capitale Bangkok. Una metropoli a tutti gli effetti, dove è possibile rimanere incantati dai templi, il cibo e dalla spiritualità che la caratterizzano. Da non perdere: il giro dei mercati, prendere un taxi fluviale e sorseggiare un aperitivo su uno dei tetti della città, da dove poter osservare le sue luci e le sue contraddizioni. Subito dopo si può prendere un volo interno e partire alla volta di una delle tante isole della Tailandia. In questo periodo è consigliabile visitare Koh Samui o Koh Phangan. C’è molta umidità ma questo versante è meno colpito dalle piogge. Il mare è cristallino, il cibo è ottimo ed è d’obbligo fare almeno un massaggio al giorno. Se siete dei viveur poi ci sono tantissimi locali per le vostre serate notturne.

 

Indonesia

Bali è uno dei luoghi più affascinanti dell’Asia con la sua natura incontaminata e verdissima e, nonostante il turismo, continua a mantenere intatta la sua sacralità. I suoi templi induisti, i palmeti, le sterminate risaie e le piantagioni di caffè la rendono unica nel suo genere. Bali si affaccia sull’Oceano Indiano, il mare è quello preferito dai surfisti, quindi, se volete provare l’ebrezza di questo sport, è l’isola che fa per voi. Tappe obbligatorie: il villaggio di Ubud, centro culturale dell’isola e la famosissima Monkey forest, la foresta abitata da macachi. Il cibo è buonissimo da provare: i Mi Goreng (noodle saltati con pollo uova e verdure) e i Satay, spiedini di carne o pesce serviti con salsa di arachidi.

 

Malesia

La Malesia è un luogo ancora poco battuto dai turisti. Si respira un’atmosfera differente e lontana dai soliti scenari. Ad eccezione della sua capitale Kuala Lumpur. Qui la modernità e l’avanguardia la fanno da padrona. Il suo simbolo sono le Petronas Tower e i suoi grandi grattacieli. Una volta finita la visita nella Capitale ci si può addentrare nella parte più autentica e antica come Taman Negara, il parco nazionale famoso per rain forest o fare una visita alle bellissime piantagioni di tè che si trovano a 1800 metri di altitudine. Se poi volete provare la migliore cucina di tutta la Malesia non potete perdervi George Town. Qui potrete perdervi tra templi e antiche case cinesi, e provare la vera cucina malesiana. Infine, se avete voglia di mare le isole di Perenthian sono quello che fa per voi. Mare da sogno, fitta vegetazione e niente da invidiare alle Maldive.

Malesia

01 gennaio 1970

Condividi: